Le più 55027

I drammi e la tensione che contraddistinguono il mondo del gioco rendono bene sul grande schermo e i cineasti ne hanno spesso sfruttato le ambientazioni, anche se non sempre l'esito è stato ottimale per la casa cinematografica o per gli spettatori finali. Da showdown ridicoli in partite di poker a grossi furti, al cinema non è mai stata rappresentata una sequenza interessante su momenti di gioco. Ma chi ha ragione e chi ha torto? Scopriamolo insieme.

Maverick spera di partecipare a un combattimento di poker, ma ha bisogno di soldi. È costretto ad affrontare una strada irta di insidie e cadute sia al tavolo sia fuori per guadagnare il denaro necessario. Il pellicola, accolto da recensioni positive, offre ciascuno spaccato umoristico della vita di un genio della truffa ai tempi del Far West. Nella pellicola sono presenti anche interviste con alcuni dei volti principali del gioco, tra cui Phil Hellmuth, Daniel Negreanu , Antonio Esfandiari e molti altri ancora. Alcuni insider del settore, come il fondatore del WPT Steven Lipscomb, offrono ulteriori approfondimenti. Sono presenti anche alcuni giocatori affinché, a seguito del crack finanziario risalente al Black Friday del , non godono più della stima di un tempo: parliamo di Chris Ferguson e Howard Lederer. Il film offre ciascuno sguardo eccezionale sulla storia moderna del gioco. Nonostante un incasso piuttosto bisognoso al botteghino, il film, prodotto insieme un basso budget e che vede come protagonista Ryan Reynolds, è ceto accolto da buone recensioni. Il cortometraggio narra le sue radici a allontanarsi dalle partite pazze giocate con gli amici a Toronto fino alle prime incursioni nel mondo del poker a Las Vegas.